Recinzione “lilliade”

17 04 2008

“ANVEDI CHE CE DICE ER SOR OMERO
CHE INVECE DE NEROE
CE’ UMBUCO NERO”

chenfatti che soannato popo che allauditoriu che è umposto che pare umbacarozzo gigante che allora là infatti facevano lilliade allora infatti mesò portatio erpled la tenda e ce sò rimasto treggiorni assentiì lilliade che però era lilliade tipo cuella delibbro deemedie però come che infatti i protagonistici dellilliade te parlano loro come se allora ce sta tipo umprocesso e allora ce stanno itestimogni che te raccontano cuello canno visto allora infatti ce stanno i guerieri che combattono ste battaie terribbili immezzo arzangue e se dicono i morti tipo gino aucciso franco erfiio derfornaro che aucciso pino erfiio derfabbro caucciso nando erfiio derportiere che aspanzato spartaco ernoipote derfiio derpadre der pizzardone caffatto namurta a ettore che ciaveva ercarro indoppia fila poi tipo ce sta parridie che è umpariolino che affato losplendido eppoi però appena è volato erprimo ceffone sè dato e spara le freccette e poi cestà ellena che dice sò confusa scusateme nun è corpa mia poi allora invece ce sta umpò erprotagonistico dellilliade che è achille che però nun se move mai chenfatti lui è come che tutti se aggitano corono sammazzano e lui stammezzo e nun semove che infatti me ricorda unantro eroe de laroma antica che se chiamava andrade che infatti nun se moveva era anzi popo umbuco nero allora inatti poi cè lamichetto deachille che sechiamava pattroclo che faceva finta de esse achille mappoi lanno scoperto perché combatteva co i tacchi a spillo e lo fanno cabbrio allora infatti achille sencazza e spanza tutti enfatti leva lebudelle a enzo erfiio dermeccanico semagna ercore de manlio erfiio derbombolaro taia latesta a mozzichi a tullio erfiio derpadre dellozzio dercuggino de robberto erpasticcere da uncarcio inculo a gianni erparrucchiere allora poi vanno acombatte vicino arfiume e achille continua affasse itroiani alla scottadito allora erfiume sencazza e ie dice aregazzì è nabbella giornata va danantra patre arompe icoioni allora infatti poi achille combatte contro ettore chenfatti iaveva rubbato le armi ma soprattutto la corazza dedorce egabbana allora cesta tutto ucombattimento teribbile e achillevince pia ettore se lomette inzaccoccia e se lo porta accasa allora infatti erpadre de ettore va da achille se mette inginocchio davantallui e ie dice famme nacortesia nun tanto perché me devi ridà mifiio anche a fascicoli ma soprattutto perché se nun la famio finita qua laggente allauditorium ce fa lamuffa allora infatti achille dice vabbè te ridò tu fiio e la famio finita che mè venuto umbuco nero allo stomaco.
namico mio infatti maveva detto che tira deppiù nagreca antica che uncarro deroi.

ventottosettembedumileccuatto

(Auditorium della musica sala Santa Cecilia venerdì 17 h20.00, sabato 18 h20.00, domenica 19 h17.00 galleria laterale. )

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: