Recinzione “Profumo – Storia di un assassino”

12 11 2008


profumio

“SCUSA TANTO LINVADENZA
MA DI TE IO FACCIO ESSENZA”

cestà uregazzetto antico umpo’ srtrano mannò tantissimo che infatti lui da cuanno che era piccoletto sentiva lepuzze dalontano anzi lontanissimo che poteva sentì lodore de ninvortinoprimavera incina ottipo erprofumio denghiacciolo artammarindio nalasca o tipo lapuzza dempastore nabbruzzo allora lui cuanno diventa regazzetto collormoni ammille infatti scopre lodore deroscia e sengrifa tutto allora infatti lui vole tipo aprì naprofummeria vole diventà erdorcegabbiana antico allora siccome alle rosce nullepò spreme come ullimone allora ie toiie lasugna roscia dedosso eppoi ce fà erprofumo solo che lerosce nuiabbastano mai e allora ledeve fà cabbrio solo che laggente umpo’ sencazzeno che lovoiiono uccide allora peròappena senteno erprofumo desugna deroscia fanno nammucchiamento gigante tutti nudi tutti chessengarelleno eallora storegazzetto poi semette dugocce descianel e selomagnano.
 
astofirm infatti già duchilometri prima dentrà sesentiva puzza de sòla.

venticincuesettemmredumuileccincue

(Cinestar Cassia sala 2 fila I posti centrali)

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: