Recinzione “The Burning Plain”

15 12 2008

corriere

burning plain

Debburninplein

«Su e giù’ drento astavita che è umbarbecchiù»

astofirm cestanno umpo’ de storie umpo’ decaciara enzacco de personaggici umpo’ teribbili teribbilissimi e umpo’ no che cianno umpo’ de cose da sbrigà na cifra dempicci dembrogli ma soprattutto nagranne passione: la carbonella. Allora poi cestà nasignora umpo’ tardona che cià nove miioni desettimane emmezzo che sammucchia co uno nermentre che emaritio fà ercammionista che sesà sò tutti umpo’cornuti eppoi cestà napischella umpo’ dannata e umpo’ mignotta che cià natrattoria a ostia che cià le specialità de pesce e allora poi ancerto momento drento alla trattoria de ostia ariva raul derrearmadrid che iedice finarmente tottrovato mandove eri finita mattù lo sai che ciai nafiia che ciai avuto inunantro firm pratticamente parallelio accuesto? che volemo fà? Allora lei ie dice: a raul maché davero?
tu me conosci danaspetto solo ma io sò na cuoca incredibbile incredibbilissima se tu solo sapessi che sò capace de cucinà… perché la vita è na braciolata dentro ce se butta tutto ma popo tutto.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: