Recinzione “La dura verità”

4 02 2010


aduraverità


“CIO’ TROPPO DAFA’
IMPARAME A AMMUCCHIA'”


astofirm infatti ancerto momento napischella zitellona chellavora drento artelevisore conosce un coatto che ie dice te de omini nunciai mai capito gnente lomo è nabbestia lomo addappuzzà lomo è omo chenfatti sennò nun sechiamava omo e se vestiva da dorceggabbana eallora infatti lui ienzegna come rimorchià e ammucchiasse collomini ma lei nunceriesce tanto bene perché è umpo’ timmida e umpo’ rincoiionita eppoi alla fine lui va da lei e ie dice tu me vedi così che faccio erghepardo re daaforesta ma irreartà sò ummicetto tenerissimo perché cuello che conta dimolo è lammore e allora infatti la zitellona e ercoatto sennamoreno e leggono ilibbri de moccia.
chenfatti dimolo nuncestanno più lomini romantichi de na vorta cuelli che presempio cuanno conosceveno nabbellaragazza cò dù tette ie diceveno: ma dovè che se semio già visti noitré?

diciottodicemmredumilennove
(da qualche parte nel mondo)

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: