Recinzione “Suburra”

28 02 2016

Schermata 2016-02-22 alle 15.35.13subbura

chenfatti a subbura soprattutto dimolo piove e manco poco e allora ner mentre che piove piove piove piove piove piove piove piove ce stanno certi che vanno in giro soprattutto senza ombrello che fanno limpicci impiccissimi dee cose che uno dice eeeh ma da mo che le sapevo e allora infatti a subbura se piiano roma ma manco troppo allora poi ce sta uno che sammucchia co due pischelle e una se sente male perché se magna na carbonara de droga e allora succede la caciara e poi inizzia a spanzasse un po de gente tipo la banda dei teribbilissimi pescatori de focene co locchi de fori contro la spietatissima banda de aredatori de interni e immezo a sta guera teribbile ce sta uno cor faccione pacioccone da bono che cerca de fa fa pace a tutti e nonostante che è bonissimo nun ce riesce e je dice e daje su fate pace nun vencazzate essiate boni pure voi e intanto ner mentre ce sta er papa che ce ripenza e dice: ma semo sicuri? nun era meio fa un firm da un libbro de fabbiovolo? e allora poi piove piove piove piove e er capo aredatore se lo magna fuffi ner mentre che er bono eroe come un vero martire more sur campo de battaia. bagnato.

che infatti cuanno er monno de sotto incontra er monno de sopra vordì solo una cosa. che stai a vive in un seminterrato.





Recinzione “La vita facile”

4 03 2011


avitafacile

“TIRA DEPPIU’ UN CIELO DAFRICA
CHE NO SGARRO FRA NOI”


chenfatti astofirm cestanno diipischelli che infatti loro se voiiono bene mapperò ancerto momento uno diventa unfricchettone ellantro umpariolino der cuisisana eallora infatti erfircchetonae vanaffrica a mette i cerotti suiregazzetti servaggi nermentre che erpariolino corsuv sta co na pariolina rincoiionita eallora nacerto momento seritroveno tutti nafrica eallora succede che sivvolete sapé veramente bene stastoria dovete annà arcinnema avvedeve stofirm


maché davero?






La vita facile

23 02 2011

il 3 marzo alle ore 19.00

in occasione dell’uscita del film LA VITA FACILE

il temuto critico cinematografico Johnny Palomba

incontra Pierfrancesco Favino, Stefano Accorsi, Vittoria Puccini

e il regista Lucio Pellegrini

a Fandango Incontro.

Ingresso libero!





Recinzione “Baciami ancora” video

28 01 2010

Stasera Johnny Palomba sarà a Parla con me per recintare “baciamancora”.

su Raitre, alle ore 23.00





Recinzione “Angeli e Demoni”

5 06 2009
angeli e demoni
angelieddemmoni

“MACHE’ DAVERO?
CLORO AR CLERO!”

chenfatti astofirm ancerto momento cestà umprofessore che lo chiameno i preti dervatticagno perché cestanno certi misteri teribbili che nessuno sa risorve eallora lui va aroma e dice mortacci vostra! meno male che cestò io che ve spiego tutto presempio: lo sapevate che laparola anna si la leggi arcontrario se legge sempre anna? allora ie dicheno mortacci tua! sei fortissimo! alllora poi lui va ingiro colla lancia delta pé roma cò uno metà polizzotto e metà tassinaro chenfatti pé annà da piazza der poppolo arvaticano fa tutta via dercorzo eallora te credo cariveno sempre tardi enfatti more unzacco deggente ma alla fine erprofessore fà na scoperta incredibbile che cestà umpassaggio segreto chevvà da castersantangelo assampietro che penzate umpo’ sechiama passetto! incredibbile! eppoi sescopre che era tutto ummaggna magna ealla fine tutti se sarveno e erprofessore va darpapa e ie dice bè semo tutti sarvi grazzie a dio e erpapa ie risponne: grazie a chi?

cuinnicim’aggiodumilennove
(Adriano sala 4, 14.50 centrale. A due passi dal Vaticano. Incredibile!)




Recinzione “L’ultimo bacio”

30 03 2009

urtimobacio

“INTANTO C’ASPETTAMO L’AMORE,

ACCONTENTAMOSE DER DOLORE”

urtimo bacio e u firm che parla de certi che seso’ scoionati. infatti poi loro stanno an martimogno e ce’ uno che la’ accannato la donna che e’ un po’ stronza ma afigura demmerda ciafa’ lui. poi ce’ nantro che cia’ un fio piccoletto e na moie pure lei piccoltetta ma rompicoioni. poi ce’ uno che fa ir provolone co tutte. poi infatti ce’ nantro che e’ unpo’ ir protagonistico che cia’ na donna che aspetta una regazzina allora lui tanto cia’ la voia de vede sta ragazzina che pe’ avvantaggiasse va co una che po’ esse su fia. allora poi succede umpo’ una caciara perche’ la moie sencazza e lo caccia de casa allora infatti lui se dispiace se dispiace tanto che torna da la regazzina , sammucchia pe nanotte che tanto nun sapeva do anna’ e poi ,siccome e’ un signore, ie dice me so’ sbaiato, me so’ confuso pe’ narltra scusa scusa…..e er libbro lo damo ar gatto. infatti poi quell’artri se mettono l’anello ar naso e vanno co na caretta in affrica. a me manno detto che questi ragazzi se so’ scoionati perche’ quando erano ragazzetti ciavevano ir poste de samantafoz e de rambo. le ragazzette invece quello de saimonlebo che nun le a fatte scoiona’. poi lui torna dalla moie e ie dice nunnesuccesso gnente. lamoie che cia’ la madre matta allora ie dice sissi’ te sposo tanto poi faccio come me pare… a me urtimo bacio me’ piaciuto e cio’ namico mio che nu se’ scoionato perche’ da ragazzetto ciaveva er poste de farcao.

diciotto luio dumilauno





Pierfrancesco Favino

5 02 2009

pier favino

Pierfranceschio favino

Chenfatti Pierfranceschio favino fateve conto è nattore che dimolo morto francamente cià na faccia tutta sua che lo fà somiià anastattua ambronzo de ariace anantichio eroe combattentissimo ancavagliere aitantissimo e prestantissimo dencerto livello nonnostante ercognome che lo infama chenfatti pierfranceschio favino è partitio daccuà péppoi sbarcà maggicamente nermonno difficile eimpervido de ollivuz riuscenno affà vedé deché materiale è fatto cò tutta na serie de firmz dencerto livello. Poi me ritorna nitaglia e… Ma ambronzo de ariace ie se perdona tutto.

soggetto-favino1